Produzione pompe industriali

Produzione pompe a membrana


Produzione pompe industriali
Produzione pompe per l'agricoltura
Produzione pompe irroratrici
Produzione pompe a membrana
Produzione pompe ad alta pressione
Produzione pompe nebulizzatrici
Produzione atomizzatori
Catterin Massimo
Catterin Michele

Catterin Pompe, produzione pompe a membrana, pompe per l'agricoltura, pompe irroraratrici ad alta pressione e pompe industriali. Le pompe sono applicabili a polverizzatori e atomizzatori sia portati che trainati. Il marchio CATTERIN POMPE è sinonimo di professionalità.


Catterin Massimo, Produzione pompe industriali, pompe per l'agricoltura, pompe irroratrici, pompe a membrana, pompe ad alta pressione, pompe nebulizzatrici, atomizzatori.



Pompe industriali

Una pompa è un dispositivo meccanico usato per spostare liquidi o gas. Si intende normalmente per pompa il dispositivo usato per spostare liquidi, mentre si designa solitamente come compressore il dispositivo destinato allo spostamento di fluidi gassosi.



Classificazione pompe

Tipologie di pompe rotative:
Ad ingranaggi
A lobi
A palette
A vite
A pistoni

Portata: esse possono essere:
A portata costante
A portata variabile

Disposizione:
Di superficie, quando la pompa è posta fuori dal liquido che deve spostare ed utilizza un tubo di pescaggio
Ad immersione, quando la pompa è immersa nel liquido che deve spostare
Integrate, quando la pompa non è un elemento a se stante, ma deve essere assemblata in un determinato apparecchio, come le pompe delle centrali termiche o le pompe acqua delle automobili, che possono fungere anche da registro tensione della distribuzione.
Di spurgo, sono delle pompe a metà strada tra quelle di superficie e quelle ad immersione, in quanto possono essere sommerse, ma non devono per forza di cose essere ricoperte dal liquido per poter funzionare e quindi essere raffreddate, inoltre generalmente non permettono salti di pendenza elevati.




Pompe volumetriche

Le pompe di tipo volumetrico sfruttano la variazione di volume o lo spostamento di una camera per provocare un'aspirazione o una spinta sul fluido. Il cuore è una pompa di questo tipo.

I principali tipi sono:
a stantuffo, in cui la variazione di volume è ottenuta con lo scorrimento alternato di un pistone in un cilindro (è il caso delle pompe per bicicletta).
a diaframma o membrana, una variazione sullo stesso principio della pompa a stantuffo,
a ingranaggi, dove è sfruttata la variazione di volume causata dall'ingranamento dei denti di due ingranaggi,
a camera variabile, a lobi o palette, ed a vite eccentrica,
peristaltiche, basate sullo scorrimento di una strozzatura su un tubo.



Pompe fluidodinamiche

Il movimento del fluido è prodotto da un momento meccanico indotto nel fluido stesso. Queste pompe non hanno bisogno di valvole, ma hanno lo svantaggio che la portata e l'efficienza diminuiscono con l'aumentare della pressione all'uscita. A volte queste pompe hanno la necessità dell'adescamento, ovvero di essere inizialmente riempite di liquido per poter funzionare.

I principali tipi di pompe fluidodinamiche sono:
centrifughe, basate sull'effetto della forza centrifuga su di un fluido
lineari, come gli eiettori
magnetofluidodinamiche, basata sulla forza di Lorentz
ad ariete idraulico, in grado di sfruttare il colpo d'ariete